1. Il giorno in cui il gatto scappò dalla finestra

-  Oggi ne sono passate solo otto. - Non è possibile, le hai contate bene? - Otto ti dico. - Devi esserti addormentato sul calorifero come sempre,è giorno di scuola non possono essere così poche.. - Sarà estate - Non può essere estate tonto, il calorifero è tiepido e i tizi non accumulano roba negli … Leggi tutto 1. Il giorno in cui il gatto scappò dalla finestra

Invettiva contro chi mi ha rubato gli auricolari

Questo non è un racconto, e non ha niente di fittizio. Si tratta infatti di una lettera a una persona che non conosco, e dubito conoscerò mai. O piuttosto, di un'invettiva. Una lettera a te, che hai approfittato della mia evidente ingenuità nel lasciare gli auricolari bluetooth nella tasca destra del cappotto depositato al guardaroba … Leggi tutto Invettiva contro chi mi ha rubato gli auricolari

The Guernsey Literary and Potato Peel Pie Society – Mary Ann Shaffer e Annie Barrows

That's what I love about reading: one tiny thing will interest you in a book, and that tiny thing will lead you to another book, and another bit there will lead you onto a third book. It's geometrically progressive - all with no end in sight, and for no other reason than sheer enjoyment. Se … Leggi tutto The Guernsey Literary and Potato Peel Pie Society – Mary Ann Shaffer e Annie Barrows

La Cantastorie e la nebbia della razionalità.

- Non ho storie da raccontare. Oggi no... Disse la vecchia con fare costernato, guardava lontano all'orizzonte pareva smarrita. Cadde il silenzio, la folla ammutolì. - Non sono arrivate oggi... Sorrise alzando le spalle. - Si saranno smarrite lungo qualche impervio sentiero o forse, distratte da un fiore o da un corso d'acqua, hanno deciso … Leggi tutto La Cantastorie e la nebbia della razionalità.

Sotto l’ulivo

Prima o poi ti sbatterò fuori da qui. Il fucile era puntato dritto alla gola. Sarebbe bastato un leggero movimento dell'indice, un minimo spasmo. La gola grinzosa di quell'uomo detestabile sarebbe esplosa, schizzando rosso ovunque. L'uomo tremava impercettibilmente, piegato all'indietro. Cercava di mettere più spazio possibile fra la sua gola e la canna di metallo. Precauzione … Leggi tutto Sotto l’ulivo

Roteare gli ombrelli

Ho conosciuto una ragazza, una volta. Aveva un altissimo potenziale di stranezza. Magari un giorno vi spiegherò cosa intendo per potenziale di stranezza, ma per adesso non è importante. Lei aveva i capelli lunghi e neri, e portava sempre vestiti colorati. Mai il nero. Quella che potrebbe sembrare una semplice questione di preferenze cromatiche, per … Leggi tutto Roteare gli ombrelli